Comunicati Stampa

Elenco
24 Ottobre 2011

A Palermo il MondelloGiovani, festival della letteratura giovane. Al centro dell’edizione di quest’anno le suggestioni del tempo

Quarta edizione
Palermo, 4, 5 e 6 novembre 2011

Roberto Alajmo, Mario Azzolini, Marco Balzano, Vania Barozzi,
Irene Chias, Rinaldo Clementi, Mattia Conti, Claudia Durastanti,
Diego Dotari, Vins Gallico, Paolo Giordano,
Marco Malvaldi, Igiaba Scego, Giuseppe Silvestri,
Sinacria Symphony, Giorgio Vasta, Dario Vergassola

Il 4, il 5 e il 6 novembre Palermo ospita la quarta edizione del MondelloGiovani, festival della letteratura giovane, promosso dalla Fondazione Banco di Sicilia e nato dal Premio Letterario Internazionale Mondello.
Gli spunti di riflessione proposti per l’edizione 2011 sono le suggestioni del tempo e del viaggio: un tempo reale, ma insieme metafora che racchiude in sé passato, presente e futuro e che, perciò, può anche andare oltre gli avvenimenti stessi per trascenderli e sublimarli nel nome della letteratura.

Il ricco cartellone di appuntamenti prenderà il via venerdì 4 novembre, alle 18,30, alla Galleria d’arte moderna (GAM), con l’inaugurazione della grande mostra dal titolo “1861-2011. L’Italia dei libri” sui 150 anni di unità italiana, visti attraverso l’occhio della letteratura. L’esposizione, promossa dalla “Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura” e allestita per la prima volta a Torino nel mese di maggio in occasione del 24° Salone Internazionale del Libro, arriva adesso a Palermo grazie alla Fondazione Banco di Sicilia.
Nella “tre-giorni” del festival sono in programma letture di brevi passi scelti da alcune recenti opere di giovani scrittori che si sono affermati al grande pubblico, ma anche talk show, momenti di confronto ed esibizioni musicali, quali momenti di coinvolgimento della città e in particolare dei giovani. I luoghi in cui andrà in scena l’edizione 2011, oltre alla GAM, sono il Kursaal Kalhesa, la libreria Feltrinelli e il Teatro Biondo. L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero.

A seguire, sempre venerdì 4 novembre, alle 21, al Kursaal Kalhesa è in programma una serata intitolata “Presente&futuro. Tra realtà e astrazione”, presentata dal giornalista Mario Azzolini: l’attore Rinaldo Clementi leggerà alcuni passi tratti dalle recenti opere degli scrittori Vins Gallico, Marco Malvaldi e Claudia Durastanti, quest’ultima, vincitrice in primavera del Premio Mondello Giovani. Spazio privilegiato anche alla musica, con il dj set di Giuseppe Silvestri.

La seconda giornata del Festival, sabato 5 novembre, sarà presentata dall’attore Dario Vergassola che nel pomeriggio, alle 17,30 converserà alla Libreria Feltrinelli (in via Cavour) con gli scrittori Irene Chias, Marco Balzano e Igiaba Scego sulle suggestioni del viaggio che attraverso il passato giunge nell’universo della contemporaneità, e di sera, alle 21, condurrà al Teatro Biondo il talk-show dal titolo “Territori nel tempo”, con gli scrittori Roberto Alajmo, Paolo Giordano e Giorgio Vasta e con i giovani autori Vania Barozzi, Mattia Conti e Diego Dotari, che hanno partecipato all’edizione 2011 dell’antologia dei Giovani Scrittori Iulm. Al termine, sempre al Biondo, il concerto del gruppo Sinacria Symphony.

La “tre-giorni” culminerà domenica 6 novembre alla Galleria d’arte moderna, con visite guidate gratuite alla mostra “1861-2011. L’Italia dei libri”, curate dal Salone Internazionale del libro e da Civita Sicilia.

Da questa edizione è attivo anche il blog del MondelloGiovani, con tutte le novità del Festival, al quale è possibile accedere dall’indirizzo http://www.fondazionesicilia.it/it/blog/.

Il Festival - sottolinea il presidente della Fondazione Banco di Sicilia, Giovanni Puglisi - nato dal Premio Mondello, mira oggi a diventare per la Sicilia un momento culturale di primo piano. I differenti appuntamenti in programma quest’anno e il coinvolgimento dei giovani, confermano, infatti, il consolidarsi di un rapporto sempre più stretto tra il MondelloGiovani e la città. E non è un caso che nell’edizione 2011 abbiamo voluto dare spazio anche ad alcuni fra i più interessanti scrittori siciliani del momento”. “Guardare alle attuali tendenze letterarie - prosegue Puglisi - con la consapevolezza della realtà della narrativa italiana e delle sue più recenti trasformazioni è la scommessa di questo Festival, che intende crescere, confermando quell’attenzione privilegiata che la Fondazione Banco di Sicilia ha per l’universo giovanile e per il territorio”.