BENI CULTURALI: FONDAZIONE SICILIA SCOMMETTE SUI GIOVANI
31 Gennaio 2018

BENI CULTURALI: FONDAZIONE SICILIA SCOMMETTE SUI GIOVANI

PUBBLICATO IL BANDO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI  


Per il primo semestre 2018, bando da 175 mila euro per iniziative su arte, 
istruzione, ricerca scientifica e sviluppo sostenibile

La Fondazione Sicilia mette a disposizione un fondo di 175 mila euro destinati a progetti sulla fruizione dei beni culturali, l’arte, l’istruzione, la ricerca scientifica e lo sviluppo sostenibile.

Il bando punta soprattutto sui giovani per favorire la conoscenza dei beni culturali, la loro conservazione o restauro; rendere  le strutture scolastiche più accessibili e sicure e favorire l'inclusione degli studenti; incoraggiare la ricerca scientifica e accademica e valorizzare le eccellenze dell’isola.

Potranno fare richiesta di contributo enti pubblici e privati senza fini di lucroassociazioni, istituzioni e cooperative che operano nei settori e con gli scopi indicati dalla Fondazione.


I moduli per la richiesta potranno essere scaricati, in formato pdf editabile, sul sito della Fondazione nella sezione "Bandi".


Le domande, sottoscritte dal legale rappresentante e corredate dalla documentazione richiesta, dovranno essere inoltrate, mediante posta certificata, entro il 31 marzo 2018 all’indirizzo segreteria.fondazionesicilia@postacertificata.org


Scommettiamo sui giovani e sulla valorizzazione della cultura, che non può non passare per l'inclusione sociale – dice il presidente di Fondazione Sicilia, Raffaele Bonsignore – perché riteniamo che questo sia l’unico modo per promuovere la crescita e lo sviluppo del territorio. In questo senso, per esempio, in occasione di Manifesta12, ci impegniamo a sostenere la creatività giovanile nel campo dell’arte contemporanea”.


La Fondazione è quindi alla ricerca di progetti che contribuiscano a preservare la memoria della comunità e a promuovere lo sviluppo socio-economico del territorio; che valorizzino beni culturali poco conosciuti, come archivi storici e biblioteche; che favoriscano l'inclusione scolastica  e lo sviluppo in ambito scientifico e tecnologico, anche attraverso il finanziamento di borse di studio o dottorati di ricerca sulla realtà economica e culturale della Sicilia. anche in relazione alle ricadute sul territorio.