BAM Colloquia - Arcipelago arte
28 Febbraio 2017

BAM Colloquia - Arcipelago arte

BAM - Biennale Arcipelago Mediterraneo

 

COLLOQUIA

 

***

 

Martedì 28 febbraio 2017_ore 17.00

Arcipelago Arte
a cura del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
con M. Kokosowski, E. Agudio, R. Demarco, F. Bonami, M. Ciacciofera, C. Medina, H. Fijen
modera Andrea Cusumano

Palazzo Branciforte, Sala dei 99


Nell'ambito del programma dei Colloquia, organizzati in occasione della prima edizione di BAM - Biennale Arcipelago Mediterraneo,  martedì 28 febbraio alle 17.00 si terrà presso la Salla dei 99 di Palazzo Branciforte l'incontro Arcipelago Arte, curato dal Museo internazionaled elle marionette Antonio Pasqualino.
Durante l'incontro interverranno Michelle Kokosowski, direttrice del Festival mondial de Théatre de Nancy (Francia), Elena Agudio, curatrice (Germania), Richard Demarco, artista e fondatore dell'Edinbourgh Traverse Theatre (UK), Francesco Bonami, critico d’arte e curatore (USA, Italia), Michele Ciacciofera, artista (Italia), Cuauhtémoc Medina, curatore (Messico);Hedwig Fijen, direttrice di Manifesta (Olanda). Modera Andrea Cusumano, docente al Goldsmiths Colege della University of London e Assessore alla Cultura del Comune di Palermo. 
L'evento è promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo nell'ambito delle iniziative della Biennale Arcipelago Mediterraneo BAM
 

Michelle Kokowski, ricercatrice e docente hors classe, ha insegnato presso il dipartimento di Teatro dell’Université Paris 8-Vincennes. È stata inoltre direttore di studi del Centre universitaire international de formation et de recherche dramatique (CUIFERD). Direttrice del Festival mondial du théâtre de Nancy tra il 1976 e il 1979, ha fondato e diretto l’Académie Expérimentale des Théâtres. Viaggiatrice infaticabile, di base a Parigi, Michelle Kokosowski ha vissuto in Italia, Gran Bretagna, Germania, Polonia, Israele, Colombia, Giappone e Cina. È Chevalier de la Légion d’Honneur, Officier dans l’ordre des Arts el Lettres del Ministero della Cultura francese, e nel 2000 la Città di Palermo le ha conferito un medaglia per il progetto Amazone.

Elena Agudio è storica dell'arte e curatrice residente a Berlino, PhD in storia dell'arte e del design. È direttrice artistica di una piattaforma di ricerca, che integra neuroscienze e arte contemporanea, affiliata all'università di Medicina di Charité di Berlino e in collaborazione con la Berlin School of Mind and Brain e il Max Planck Institut. Dal 2012 è anche co-direttrice artistica con Bonaventure Ndikung dello spazio indipendente SAVVY Contemporary (partner ufficiale di Documenta 14), il cui focus è la diversità epistemologica, il dialogo tra l'arte e la cultura occidentale e non occidentale. È membro di SYNAPSE – The International Curators’ Network organizzato dalla Haus der Kulturen der Welt, Berlino. È autrice di varie pubblicazioni, tra cui: Designart – La poetica degli oggetti bastardi, Lupetti, Milano, 2013. Dal 2007 scrive e coordina la direzione della rivista italiana Art e Dossier.

Richard Demarco è artista e promotore di arti visive e performative. Il suo impegno nella Richard Demarco Gallery e la Demarco European Art Foundation, unitamente all'attività di insegnamento presso la Kingston University di Londra lo hanno reso nel tempo uno dei più influenti e riconosciuti difensori dell'arte contemporanea in Scozia. Affezionato collaboratore del Festival di Edimburgo, è stato co-fondatore dell'Edinbourgh Traverse Theatre nel 1963. Attraverso la Richard Demarco Gallery ha presentato Scozia di artisti promuovendo al contempo il lavoro degli artisti scozzesi e non in tutta Europa. Tra questi quali Marina Abramovic e Joseph Beuys - artista noto anche per lo sciopero della fame durante i Jimmy Boyle Days (1980) le cui opere furono esposte nell'ambito della mostra Strategy: Get Arts (1970). Di particolare rilievo la collaborazione e promozione delle opere del Cricot 2 e di Tadeusz Kantor negli anni Settanta e Ottanta con la rappresentazione non ufficiale di The Water Hen all'ospizio di Edimburgo in occasione dell'Edinburgh Festival (1972) e l'avvio della relazione di Beuys e Kantor che si concretizzerà nella recitazione dell'artista in Lovelies and Dowdies sotto la regia di Kantor.

Francesco Bonami è scrittore e curatore. È stato direttore della cinquantesima Biennale di Venezia nel 2003, curatore di Manifesta 3 nel 2000 e della Whitney Biennial nel 2010. Ha curato le mostre di Yan Pei-Ming and Damien Hirst in Qatar; la retrospettiva su Rudolf Stingel e le mostre di Jeff Koons al MCA di Chicago; la Collezione Pinault a Venezia nel 2013. Bonami collabora con Renzo Piano per il centro d’arte JNBY ad Huangzhou in Cina, la cui apertura è prevista nel 2019. È Senior Advisor per la Phillips Auction House. Il suo nuovo libro L'Arte nel Cesso : la fine dell'Arte Contemporanea sarà edito nel maggio 2017 da Mondadori. 

Michele Ciacciofera è un artista visivo italiano di base a Parigi. La sua pratica artistica utilizza diversi media tra cui disegno, pittura, scultura, installazione, video e fotografia. Sin dall’inizio della sua carriera artistica si dedica ad un attento studio del paesaggio affrontando il tema del rapporto tra uomo e natura, la memoria archetipica, le relazioni sociali e l’universo dei sentimenti esaminandoli da una prospettiva antropologica. I suoi lavori sono stati recentemente esposti alla cinquataquattresima Biennale di Venezia; CAFA Museum, Pechino; 20th Street Studio Projects, New York; Summerhall, Edimburgo, Musée en Herbe, Parigi; Palazzo Montalto, Siracusa; Artycon, Offenbach; Light of Creativity, Miami Beach.

Hedwig  Fijen è fondatrice e direttrice di Manifesta. Sotto la sua direzione, Manifesta è divenuta uno dei tre più importanti eventi artistici europei su larga scala. Si occupa di ogni aspetto dell'organizazzione, dalla selezione delle città ospiti ai contenuti tematici, dalle scelte curatoriali alla realizzazione del concept dei curatori coinvolti.

Andrea Cusumano è accademico, regista, drammaturgo, pittore, scultore, performer, direttore d’orchestra e scenografo. E’ docente al Goldsmiths College-University of London, External Examiner alla American University of Athens ed alla Central School of Speech and Drama di Londra e direttore artistico del CeSDAS (Centro di Sperimentazione per la Drammaturgia Applicata allo Spazio). Dal 1999 è il direttore principale dell’orchestra dell'Orgien Mysterien Theatre, e dal 2013 ha ideato e curato un festival-residenza Goldsmiths presso i Cantieri Culturali alla Zisa.

Gallery