Art & Social Change: la cura della cultura
25 Gennaio 2019

Art & Social Change: la cura della cultura

“Art & Social Change: la cura della cultura”
una giornata internazionale di studio tra arte contemporanea, cura e welfare culturale

25 gennaio 2019, ore 9.00-17.00, Villa Zito

Approda a Palermo l’ultima tappa del progetto europeo Art & Social Change, dal titolo “Art & Social Change: la cura della cultura”, promossa dall’Associazione onlus Casa dei Giovani di Bagheria e dall’Associazione Culturale Asilo Bianco di Ameno, in partnership con l’ASP Palermo e con il patrocinio di Fondazione Sicilia. La giornata, ideata dall’Associazione Acrobazie, è a cura di Elisa Fulco e di Gaetana Nuccia Cammara.

L’appuntamento sarà l’occasione per presentare i risultati dell’innovativo modello formativo di Art & Social Change, ideato e coordinato da Gaetana Nuccia Cammara dell’ASP Palermo, insieme a Elisa Fulco, curatore artistico e presidente di Acrobazie, che per la prima volta ha messo al centro l’operatore socio-sanitario come destinatario diretto della pratica artistica. Art & Social Change nasce dall’intuizione di “curare i curanti”, adottando l’arte contemporanea e lo storytelling come strumenti efficaci per superare il burnout, acquisire competenze trasversali e migliorare le relazioni con le persone in cura, trasformando esteticamente malessere e disagio.

Il convegno si aprirà con i saluti di Raffaele Bonsignore, Presidente Fondazione Sicilia, Padre Salvatore Lo Bue, Fondatore e Presidente Casa dei Giovani di Bagheria, Aurelia Kugyte, Project manager del progetto europeo, Vilnaeus Kolegija University, Giorgio Serio, Direttore Dipartimento Salute mentale ASP Palermo, Antonella Purpura, Direttrice Galleria d’Arte Moderna di Palermo. Inoltre, interverrà Rita Barbera, Direttrice carcere Ucciardone di Palermo, per la presentazione in anteprima del progetto artistico “L’arte della Libertà, a cura di Elisa Fulco e Antonio Leone di ruber.contemporanea, sostenuto da Fondazione Sicilia e Fondazione con il sud, che si terrà negli spazi del carcere. 

In allegato il Comunicato stampa con il programma dettagliato 

Gallery