Blog

Pubblicato il 15 Novembre 2013
VALERIO MAGRELLI ‘SUPER-PREMIATO’ AL MONDELLO 2013 Premio Letterario Internazionale Mondello XXXIX edizione

VALERIO MAGRELLI ‘SUPER-PREMIATO’ AL MONDELLO 2013

È Valerio Magrelli con Geologia di un padre (Einaudi) il vincitore del SuperMondello2013, il riconoscimento assegnato nell'ambito del Premio Letterario Internazionale Mondello a uno dei tre autori già vincitori del Premio Opera Italiana indicati la scorsa Primavera dal Comitato di Selezione.

Promosso dalla Fondazione Sicilia in partnership con il Salone Internazionale del Libro di Torino e in collaborazione con la Fondazione Andrea Biondo, il Premio Mondello, giunto alla sua 39esima edizione, rappresenta una pietra miliare del percorso culturale del nostro Paese.

 

La cerimonia di premiazione si è tenuta questo pomeriggio a Palermo, presso gli spazi della Società Siciliana per la Storia Patria. A condurre l’evento, presieduto da Giovanni Puglisi (Presidente della Fondazione Sicilia) e da Ernesto Ferrero (Direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino), è stata anche quest'anno la giornalista RAI Tiziana Ferrario che ha così confermato il suo legame a questo prestigioso e storico riconoscimento culturale italiano.

 

Il SuperMondello e la Giuria dei 240 lettori qualificati

A decretare il supervincitore della trentanovesima edizione del Mondello è stata chiamata una speciale giuria, composta da 240 lettori qualificati dislocati in tutta Italia, direttamente indicati dai librai di un circuito di 24 librerie segnalate dalla redazione dell’inserto culturale Domenica de Il Sole 24Ore. Nei mesi scorsi, ognuna di queste librerie ha inviato alla Segreteria del Premio un elenco di 10 lettori ‘forti’, in grado di formulare un giudizio letterario critico e ragionato. I 240 lettori così selezionati hanno potuto esprimere la loro preferenza votando online in un’apposita sezione del sito www.premiomondello.it.

Plebiscitaria la loro partecipazione: ben 234 di essi hanno espresso il proprio voto.

Gli altri due scrittori vincitori per l’Opera ‘Autore Italiano’ in lizza per il SuperMondello erano Andrea Canobbio con 'Tre anni luce' (Feltrinelli) e Walter Siti con'Resistere non serve a niente' (Rizzoli).

I tre autori erano stati individuati ad aprile dal Comitato di Selezione, composto quest'anno da Daniele Giglioli, Raffaele Manica, Matteo Marchesini, tre giovani critici letterari fra i più autorevoli in Italia.

Questi i voti assegnati a ciascun libro dalla Giuria dei 240 Lettori:

-       105 voti per Valerio Magrelli, Geologia di un padre (Einaudi);

-       75 voti per Andrea Canobbio, Tre anni luce (Feltrinelli);

-       54 voti per Walter Sitii, Resistere non serve a niente (Rizzoli).

 

L’opera vincitrice: Geologia di un padre

Ci sono libri che si scrivono per tutta la vita, magari senza saperlo. Valerio Magrelli ha raccolto per anni appunti e note sulla figura del padre, un insieme di tracce che attendeva di trovare forma. Dopo la morte del genitore, quei biglietti cominciano a strepitare: «sapevo che ogni voce era una gola che domandava cibo. Sapevo che ogni richiamo era come un filo, il bandolo canoro di un'infinita matassa di storie». Perché far brillare ciò che è accaduto - o ciò che si vorrebbe fosse accaduto - è il solo modo che abbiamo per vincere la morte.

 

Il Mondello Giovani e la Giuria degli studenti

Oltre al SuperMondello, la terna vincitrice del Premio Opera Italiana concorreva oggi per un ulteriore riconoscimento: il Premio Mondello Giovani. E Magrelli, dopo essersi aggiudicato ad aprile (insieme a Canobbio e Siti) il Premio Opera Italiana, stasera fa l’en plein aggiudicandosi (oltre il SuperMondello) anche il Mondello Giovani. La Giuria chiamata a decretare il vincitore di questo Premio era costituita da una selezione di studenti siciliani. 100 di essi provenivano da dieci istituti superiori di Palermo, coinvolti grazie alla collaborazione con l'Associazione Teatro Scuola, presieduta dal professor Francesco Paolo Ursi. A essi, da quest'anno, si sono aggiunti 10 studenti di Ennae altri 10 studenti di Noto, in provincia di Siracusa.

 

È questo un modo per accrescere ancora di più il peso dei lettori, in questo caso di giovanissimi lettori, nell'attribuzione dei riconoscimenti del Mondello.

Questi 120 ragazzi nei mesi scorsi sono stati coinvolti nella lettura della terna del Premio Opera Italiana. A essi è stato poi chiesto di votare il loro preferito fra Andrea Canobbio, Valerio Magrelli e Walter Siti inviando una motivazione scritta alla Segreteria del Premio.Ben 113 ragazzi hanno espresso e motivato il proprio voto: 50 di essi hanno scelto Valerio Magrelli, 46 hanno preferito Andrea Canobbio e 17 hanno optato per Walter Siti. “Sono stati tantissimi, 113 su 120, gli studenti che hanno espresso il proprio voto. La performance è emblematica a dimostrazione del fatto che, soprattutto se ben stimolate, le nuove generazioni sanno rendersi realmente protagoniste anche in contesti culturali importanti.” - ha sottolineato il professor Giovanni Puglisi, presidente della Fondazione Sicilia – “Non passi inosservato, fra l’altro, che la Giuria dei lettori qualificati e quella degli Studenti ha prescelto il medesimo libro: evidentemente la dolce scrittura di Magrelli ha saputo conquistare un pubblico di tutte le età.”

 

      Da votanti a votati. Anche quest'anno ai componenti della Giuria degli Studenti il Mondello ha riservato un riconoscimento ufficiale: in occasione della cerimonia finale, su indicazione del Comitato di Selezione, sono infatti stati premiati i tre studenti autori delle motivazioni ritenute migliori.

Il primo premio è stato attribuito ad Angelo Chianello dell’Istituto Superiore Statale Damiani Almeyda - F. Crispi di Palermo, il secondo a Sara Ashtari, del Liceo Classico Meli di Palermo e il terzo, a pari merito, a Marco Benigno, dell’Istituto Superiore Statale Damiani Almeyda - F. Crispi di Palermo e a Lucio Fiorentino, del Liceo Classico Garibaldi di Palermo.

 

      Durante la cerimonia sono stati consegnati anche il Premio per la critica letterariaMaurizio Bettini, per Vertere. Un’antropologia della traduzione nella cultura antica ’(Sellerio), e quello Speciale per la Narrativa di Viaggio a Marina Valensise per Il sole sorge a Sud. Viaggio contromano da Palermo a Napoli via Salento (Marsilio).

 

      Lo scorso maggio a Torino, durante i giorni del Salone del Libro, nel corso di un seguitissimo incontro/dibattito, era già stato assegnato il Premio Autore Straniero Péter Esterházy, uno dei più grandi narratori ungheresi contemporanei. Il compito di decretare il vincitore è spettato alla giovane scrittrice Melania Mazzucco, amatissima giovane scrittrice italiana, chiamata quest’anno dal Premio Mondello a individuare, in qualità di Giudice Monocratico, il proprio autore di riferimento nel vastissimo palcoscenico internazionale.

____________________________________________________________________________________

A eccezione del Premio Mondello Giovanie del Premio Speciale per la Narrativa di Viaggio che consistono nella consegna di una targa, i Premi sono in denaro per un importo di:

-       € 6.000,00 per il vincitore Premio Autore straniero;

-       € 3.500,00 per ciascuno dei tre vincitori del Premio Opera italiana;

-       € 3.500,00 per il vincitore del Premio Mondello Critica;

-       € 2.500,00 per il vincitore del SuperMondello;

-       € 500,00 per il primo classificato del Premio alla migliore motivazione;

-       € 300,00 per il secondo classificato del Premio alla migliore motivazione;

-        € 200,00 per il terzo classificato del Premio alla migliore motivazione.

Tag: EinaudiPremio Letterario Internazionale MondelloPremio Opera ItalianaComitato di SelezioneFondazione SiciliaSalone Internazionale del Libro di TorinoSocietà Siciliana per la Storia PatriaFeltrinelliRizzoliPremio per la critica letterariaSpeciale per la Narrativa di ViaggioMarsilioPremio Autore Straniero

Lascia un commento