Blog

Pubblicato il 24 Aprile 2013
I VINCITORI DELL’EDIZIONE 2013 Premio Letterario Internazionale Mondello XXXIX edizione

I VINCITORI DELL’EDIZIONE 2013

  • Si aggiudicano il Premio Opera Italiana (€ 3.500 cad.):

             - Andrea Canobbio con Tre anni luce (Feltrinelli)

              - Valerio Magrelli con Geologia di un padre (Einaudi)

              - Walter Siti con Resistere non serve a niente (Rizzoli)

La terna di autori concorre ora ad aggiudicarsi il SuperMondello (€ 2.500). Il vincitore assoluto sarà decretato (attraverso una votazione on-line) da una Giuria popolare nazionale di lettori. La terna di autori concorre anche ad aggiudicarsi il Premio Mondello Giovani che verrà decretato da una Giuria di 120 studenti. Entrambi i riconoscimenti verranno consegnati a Palermo il 15 novembre durante la cerimonia di premiazione. 

  • Assegnato dal giudice monocratico Melania Mazzucco, si aggiudica il Premio Autore Straniero (€ 6.000):

            - Péter Esterházy

 Il Premio verrà consegnato all’autore durante Il Salone Internazionale del libro, in occasione dell'incontro aperto al pubblico: 'Melania Mazzucco conversa con il suo Maestro' (16 maggio – ore 18.30 – Sala Rossa)


  • Vince il Premio Mondello Critica (€ 3.500):

            - Maurizio Bettini con Vertere. Un’antropologia della traduzione nella cultura antica (Einaudi)


  • Il Premio Speciale per la Narrativa di Viaggio va  a:

           - Marina Valensise con Il sole sorge a Sud (Marsilio)  

La qualità della terna prescelta per l'edizione 2013 del Premio Mondello mi sembra confermare l'efficacia della nuova formula, che affida le sue scelte a una giovane critica agguerrita e rigorosa. Il Premio non si esaurisce nella sola cerimonia di premiazione prevista per novembre, ma in questi mesi diventa un fermento attivo, di confronto e approfondimento, per i lettori forti che compongono la giuria popolare e per gli studenti delle scuole siciliane.” afferma Ernesto Ferrero, direttore del Salone internazionale del Libro.

 

Decisamente elevato anche il livello delle opere candidate alla Sezione Critica. Straordinaria, a mio avviso, l’opera vincitrice ‘Vertere. Un’antropologia della traduzione nella cultura antica’. Un libro dotto, che affronta temi colti e eruditi e che quindi potrebbe essere di difficile lettura. Ma non lo è grazie a una dolcezza narrativa di grande efficacia in termini di comunicazione letteraria. Anche il solo incipit del titolo, Vertere, così dottamente latino riesce a farsi subito comprendere rimandando quasi intuitivamente al volgere, e quindi al tradurre, tema focale dell’opera.” – ribadisce Giovanni Puglisi, presidente della Fondazione Sicilia – “A partire dalla scorsa edizione il Mondello si è rinnovato nella sua filosofia e, di rimbalzo, nei suoi meccanismi. Oggi sono fiero di poter affermare che questo è un Premio assolutamente in linea con i tempi che stiamo vivendo: pochi orpelli, forse anche pochi denari, ma sicuramente molto spirito di condivisione con il pubblico e con i lettori.


Lascia un commento